Donatori di microbioma

Cerchiamo cani e gatti sani e proprietari disponibili e motivati!

Unisciti a noi e aiuti gli animali e la ricerca.

I donatori sani di microbioma sono il fulcro del Progetto Pet FMT assieme a proprietari disponibili a utilizzare un po' del loro tempo per gli altri.
I parametri di selezione sono molto restrittivi e solo pochi animali risultano idonei tra coloro che si propongono.
Ma si può contribuire comunque, facendo conoscere il Progetto Pet  FMT la necessità di donatori sani.

Come funziona la selezione

Questionario


Visita

Analisi

Idoneità


Requisiti per partecipare al Progetto Pet FMT

Cane e gatto

Per essere incluso nel programma donatori del Progetto Pet FMT è necessario che il tuo animale sia perfettamente sano, abbia tra 1 e 6 anni.
Il percorso di valutazione è gratuito ed è composto delle seguenti fasi:
1. questionario per il proprietario
2. analisi delle feci
3. visita medica analisi del sangue
4. analisi del microbioma
Se tutti i parametri sono nei limiti predefiniti, e il microbioma risulta in equilibrio, il tuo animale sarà giudicato idoneo per i prossimi mesi e potrai iniziare la raccolta delle feci. Tutti i costi del percorso sono a carico di EuBiome.

Proprietario

Amore per gli animali, spirito di partecipazione, cura nel fare attività sono fondamentali.
Oltre ad accompagnare il tuo animale ai controlli, dovrai raccogliere le feci del tuo animale ogni qual volta ti è possibile, evitando contaminazioni ambientali, metterle in freezer e spedirle una volta a settimana. Forniamo gratuitamente tutto il necessario.
Ci accorderemo sulla modalità per te più congeniali.


Perchè partecipare al Progetto Pet FMT

  • Aiuti cani e gatti con enteropatia cronica e disbiosi del microbioma a stare meglio.
  • Aiuti la ricerca sul trapianto di microbioma fecale (FMT) per cani e gatti.
  • Partecipi a un progetto unico in Europa.
  • Tieni monitorata la salute del tuo animale.
  • Potrà essere utile al tuo animale nel futuro.
  • E’ un gesto semplice ma di grande valore, che richiede pochi minuti al giorno.

FAQ

  • Ci sono rischi per il mio cane o gatto?
    Non c'è nessun rischio per il donatore. L'unica operazione invasiva è il prelievo del sangue in fase di valutazione di idoneità e controllo periodico.
  • Posso smettere quando voglio?
    Certamente si, anche se ti invitiamo a pensarci bene prima di iniziare, per non sprecare tempo e risorse.
  • Avrò dei costi?
    Nessun esborso, ma di certo dovrai donare un po' del tuo tempo e attenzione.
  • Quanto tempo mi richiede?
    Le fasi sono essenzialmente due: quando raccogli le feci e quando è il momento di spedirle (una volta a settimana).
  • Quante volte devo raccogliere?
    Più volte possibile e per più tempo possibile.
  • A cosa devo prestare attenzione?
    Il materiale fecale che viene raccolto contiene l'elemento fondamentale: i microbi. Questi devono essere trattati con accortezza e gentilezza, per evitare che muoiano o si moltiplichino sbilanciando la composizione del microbioma.
  • Cosa vuol dire in termini pratici?
    Giusto!
    Significa che:
    - il materiale fecale non deve toccare terra (mettendo una salvietta dove andrà a cadere)
    - se tocca terra, preleva solo la parte superiore o gratta via il materiale attaccato
    - metti in freezer entro poche decine di minuti dalla raccolta
    - elimina qualora tu abbia il minimo dubbio che il materiale possa essersi rovinato o contaminato
  • Ci sono differenze tra cane e gatto?
    Il gatto è un po' più impegnativo: mentre con il cane si va a passeggio e già ora, in teoria, raccogli le feci, con il gatto bisogna essere presenti nel momento in cui le fa, ed eliminare subito eventuali rimasugli di lettiera, che deve sempre essere pulita.
  • Chi sto aiutando in pratica?
    Sono cani e gatti con enteropatia cronica, che da mesi manifestano sintomi come diarrea, vomito, inappetenza, perdita di peso, perdita di vivacità, dolori addominali. 
    Il materiale donato viene processato per produrre delle capsule che poi verranno somministrate a questi animali nel contesto del Progetto Pet FMT.
    Come dice il nome, l'enteropatia cronica difficilmente si cura; l'animale e il suo proprietario sono destinati a convivere con visite dal veterinario, farmaci e ansia. Il trapianto di microbioma è un trattamento innovativo che, seppure ancora poco studiato, può ripristinare l'eubiosi del microbioma e con esso migliorare i sintomi e riportare benessere. 


Inizia il percorso per unirti a noi

Compila il questionario in pochi minuti.